Tempo di ricarica: L’anello più debole

Charging-time--The-weakest-link

Una delle domande più comuni quando si acquista un ibrido elettrico o plug-in è: Quanto tempo ci vuole per ricaricare il mio veicolo?

Per rispondere a questa domanda, va notato che il caricatore non è l’unico attore nel processo di ricarica, ma devono essere prese in considerazione anche le limitazioni che possono influenzare la struttura elettrica domestica disponibile e la capacità di ricarica del veicolo elettrico o plug-in.

Rete domestica

Tutte le installazioni residenziali hanno una potenza massima erogata che corrisponde all’energia che la tua struttura è in grado di fornire a tutti i dispositivi elettrici a essa collegati. Ad esempio, se la potenza massima erogabile è di 5,5 kW, tutti i dispositivi che sono collegati alla rete non possono mai superare, in termini di potenza (ad esempio un forno elettrico può consumare 1,5 kW al massimo), i 5,5 kW.

Il caricatore

Il caricatore, installato a parete (Modalità 3) o portatile (Modalità 2), avrà una potenza massima che può essere trasferita dall’installazione al veicolo. I caricatori attualmente disponibili sul mercato sono in grado di gestire una potenza fino a 7,4 kW in monofase e fino a 22 kW in trifase.

Il veicolo

Anche la potenza massima di ricarica del veicolo ha un limite. Questa potenza può variare da 3,7 kW, ad esempio nel Mitsubishi Outlander PHEV, a 22 kW (in modalità trifase) come opzionalmente nella Tesla Model S.

Esempio pratico

Quindi, mostreremo un esempio grafico che ci permetterà di illustrare i limiti del collegamento più debole in questa catena di trasmissione di energia elettrica:

In questo caso, come possiamo vedere, la potenza massima di ricarica sarà limitata dal sistema elettrico della casa. Ciò significa che la potenza massima che può essere raggiunta, è 3,3 kW anche se il caricatore può erogare fino a 7,4 kW, e il veicolo può raggiungere 3,7 kW. Questo perché la rete domestica a cui tutti i dispositivi sono collegati non può erogare più di 3,3 kW.

Proposta Wallbox

Molti caricatori sul mercato richiedono di conoscere la potenza disponibile nella rete domestica per poter scegliere quello più appropriato alle esigenze dell’utente, dato che funzionano in intervalli di potenza limitati. Inoltre, il prezzo può variare in base alla potenza del caricatore.

Tutti i prodotti progettati e realizzati da Wallbox possono essere adattati a qualsiasi impianto elettrico e forniscono potenza operativa fino a 22 kW in un unico prodotto, rendendo più facile per i nostri clienti scegliere il caricatore più adatto alle proprie esigenze

Wallbox offre anche ai clienti la possibilità di scegliere un installatore della propria rete, che potrà analizzare la rete domestica del cliente e proporre, se appropriata, un’ottimizzazione della struttura per ottenere il massimo dal caricatore Wallbox e dal veicolo elettrico.

Per quanto riguarda la potenza di ricarica del veicolo, è una limitazione a cui Wallbox non può porre rimedio… almeno per il momento…;)

Condividi questo post:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Leave a Comment